Crea sito
 
Sky presenta un amico
Solo con Sky puoi avere un palinsesto completo: Sport, cinema,serie tv,documentari e canali speciali. Se ├Ę attiva la promozione abbonati a Sky con il seguente codice amico: 106910341 Comunicando il codice potrai entrare in Sky con un´┐Żofferta speciale .

 
Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
 
blog segnalato
Blog da seguire


 
tweet
 
Statistiche
Visite: 327301

Google vuole il contenuto. Anche di quantitÓ .

network.png

Il mio nuovo sito per la richiesta di cancellazione dell'imposta di bollo era stato pensato in maniera molto minimale .

Non è un sito di contenuti da aggiornare, o che presenterà delle news.
Molto semplicemente descrive un'idea, le motivazioni e cosa si chiede ai lettori .

Per fare questo basta una pagina, e anzi riempire il sito con altre cose può essere controproduttivo in quanto fa perdere la centralità del tema.

Una volta creato il sito, servono i lettori e quindi la necessità di essere nelle prime pagine dei motori di ricerca.

Intanto la prima ed unica pagina è stata creata tenendo conto del suo contenuto ed esaltando le parole chiave per cui deve essere trovata nei motori di ricerca, senza togliere la chiarezza nei confronti dei lettori .

Poi ho iniziato le mie abituali segnalazioni manuali alle directory, i commenti nei blog dofollow a tema e ho messo il sito in firma nei miei post nei newsgroup. 
Ho inseriti i backlink dai miei altri siti ed ho scritto un paio di recensioni.

Di solito tutto questo è sufficiente a far salire il sito nella lista dei motori di ricerca in maniera soddisfacente.

In questo caso no, ero presente in google e bing, ma dopo molte pagine e anche dopo altri argomenti non pertinenti con le chiavi di ricerca .


Il problema stava tutto nel contenuto, ma non nella qualità, ma nella quantità .


Un sito di una sola pagina non è considerato dai motori di ricerca, per quanto unica sia nei contenuti, per quanto gli stessi siano attendibili e curati.

Il motore di ricerca vuole la quantità .

Servono un numero di pagine tali da creare un contenuto, anche ridondante, ed un numero di link interni da autoreferenziarsi.

Allora ho creato altre pagine, semplicemente ricopiando tutta la normativa in materia, ed altre ancora descrivendo con parole mie i casi più frequenti di applicazione della marca da bollo.

Ho creato quantità, quindi, più che contenuto.

Ma dopo pochi giorni i miei sforzi sono stati premiati dalla serp di Google.


Tengo a precisare che non so nulla di SEO, che non ho voglia di impararlo, ne di studiare le tante guide che sono in rete.  Preferisco un approccio autodidatta, di esperienze sul campo. Che rendono la mia presenza su internet più divertente, ma ciò non toglie che ottengo comunque i miei risultati.



Pubblicato Lunedi 06 Settembre 2010 - 16:59 (letto 4403 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Alice TIM dismette alcuni servizi aggiuntivi. (28/02/2019 - 17:51) letto 2058 volte
Read Google+ personale sar├á disattivato il 2 aprile 2019 (03/02/2019 - 09:30) letto 1730 volte
Read Seeweb organizza lÔÇÖHacking Contest Music of the Atoms (24/05/2017 - 18:40) letto 2883 volte
Read https:// quando non serve e Google esagera (19/02/2017 - 11:06) letto 2874 volte
Read La migliore cookie policy in rete (04/04/2016 - 18:53) letto 2975 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
network.png
 
InterServer Web Hosting and VPS
 
Guadagna vendendo link e articoli sul tuo blog. SeedingUp | Digital Content Marketing
 
il tuo IP
18.208.132.33
Cookie policy
 
Login





Choose your language:
deutsch english espa˝ol franšais italiano portuguŕs
Freely inspired to Mollio template