Crea sito
 
Sky presenta un amico
Solo con Sky puoi avere un palinsesto completo: Sport, cinema,serie tv,documentari e canali speciali. Se è attiva la promozione abbonati a Sky con il seguente codice amico: 106910341 Comunicando il codice potrai entrare in Sky con un�offerta speciale .

 
Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
 
blog segnalato
Blog da seguire


 
tweet
 
Statistiche
Visite: 327301

Leggere gratis o a pagamento. L'importante è capire

../nonews.png

Riporto il testo di una breve notizia di affaria italiani.it  di Lunedí 16.11.2009:

Editoria: 62% utenti italiani pronti pagare per news online

Il 62% degli italiani che utilizza il web è pronto a pagare per le news online: lo sostiene un sondaggio del Boston Consulting Group (Bcg), secondo cui gli utenti del nostro paese sono pronti a spendere fino a 7 dollari al mese.

Tra i nove paesi coinvolti nel sondaggio, l'Italia appare al primo posto per disponibilità al modello pay. In fondo alla classifica si piazzano gli Usa, la Gran Bretagna e l'Australia. Nei primi due paesi il 48% soltanto degli utenti è pronto a pagare per le news (il 50% in Australia), e non più di tre dollari negli Usa ed in Australia.

Lo stesso sondaggio, condotto su 5 mila persone, indica infine che in Italia il 45% degli utenti del web già paga per servizi di informazioni online. La percentuale è molto piu bassa negli altri paesi: Francia 32%, Finlandia 32%, Germania 25%, Norvegia 20%, Spagna 20%.

Io ho sempre avuto molta diffidenza verso i sondaggi, e questa secondo me è la riprova. Non ci credo assolutamente ai risultati di questo sondaggio .

E vada per il 62% degli italiani disposti a pagare, passiamo per buono che siano disposti a pagare 7 deollari al mese.

Ma non credo assolutamente che in italia già il 45% degli utenti web già paga per servizi di informazione online.

E' un dato assolutamente poco credibile, perchè altrimenti non si spiegherebbe la crisi dell'informazione offline .

Se i lettori di quotidiani cartacei in italia sono pochissimi in percentuale rispetto alla popolazione, come è possibile che gli utenti web, in cui la maggior parte sono giovani fan di facebook, quasi per la metà comprino le news ?

In una internet dove l'attività principale è scaricare illegalmente film e musica, gli stessi utenti stanno pagando per avere notizie che comunque possono avere legalmente gratuitamente ?



Pubblicato Mercoledi 18 Novembre 2009 - 12:49 (letto 4334 volte)
Comment Commenti (1) Print Stampa

avatarDa: Palinsesto Data: Venerdi 20 Novembre 2009 - 08:15

Ed infatti è bastato attendere due giorni per cui il rapporto del CENSIS mi da ragione: :)

Gli anni della crisi, tra il 2007 e il 2009, segnano la generale espansione dei media gratuiti e la sostanziale battuta d'arresto di quelli a pagamento e il prezzo più alto è per la carta stampata con la crescita di quello che si può definire il «press divide», ovvero l'abbandono dei giornali a favore dei mezzi digitali.

Uno degli elementi che emerge con maggiore evidenza dall'analisi delle piramidi dei media tra il 2007 e il 2009, secondo il Rapporto Censis, è la generale espansione dei mezzi gratuiti e la sostanziale battuta d'arresto di quelli a pagamento

Quando uno scrive tanto per scrivere e poi delle autorità scrivono le stesse cose, son soddisfazioni . :sboing:



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Adblock non blocca Google, Microsoft e Amazon . Ma la whitelist si aggira, giusto per ripicca (06/02/2015 - 21:26) letto 3903 volte
Read Clamoroso, leggi come ti inducono a fare un click (27/08/2014 - 19:58) letto 3377 volte
Read Leggere gratis o a pagamento. L'importante è capire (18/11/2009 - 12:49) letto 4334 volte
Read Contest: Win $209 and other prizes from Japan Photo Guide (05/03/2009 - 08:56) letto 4260 volte
Read Saltatappo contest (25/02/2009 - 13:14) letto 3613 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
../nonews.png
 
InterServer Web Hosting and VPS
 
Guadagna vendendo link e articoli sul tuo blog. SeedingUp | Digital Content Marketing
 
il tuo IP
3.209.10.183
Cookie policy
 
Login





Choose your language:
deutsch english español français italiano português
Freely inspired to Mollio template